Womenoclock

by Silkoclock

Sperimentale, eccentrica Dame Edith Sitwell, hai attraversato  il Novecento, tu che hai definito il buon gusto “il peggior vizio mai inventato,” con l’eleganza stravagante che ti permetteva di passare da una foto anticonformista di Cecil Beaton, a una conversazione con/su Dylan Thomas o T. S. Eliot, allo sferruzzare calzetti di lana per Alec Guiness soldato.

Il segreto era essere sé stessa senza infingimenti: “ Perché non essere se stessi? Sta tutto lì il segreto di apparire al meglio. Se si è un levriero, perché provarsi a sembrare un pechinese?”

THE WEB OF EROS – by Edith Sitwell (1887-1964)

Within your magic web of hair, lies furled

The fire and splendour of the ancient world;

The dire gold of the comet’s wind-blown hair;

The songs that turned to gold the eveningair

When all the stars of heaven sang for joy.

The flames that burnt the cloud-high city Troy.

View original post 51 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: